Kodak EasyShare V705

AccessoriWorkspace

Una supercompatta in grado di scattare foto grandangolari

Le particolari caratteristiche di questa fotocamera digitale non sono nascoste all’interno, ma sono ben visibili alla prima occhiata. La EasyShare V705 incorpora infatti due obiettivi separati, di cui uno grandangolare. Grazie a dimensioni di appena 101×49,8 mm, per uno spessore di 20,4 mm, risulta comodamente riponibile nel taschino della giacca e facile da portare con sé. Anche il peso, grazie all’utilizzo di batterie al litio, risulta molto contenuto, con appena 148 grammi. Tuttavia, se da un lato le ridotte dimensioni favoriscono la portabilità, dall’altro possono però limitare l’ergonomia d’uso. L’impugnatura e il contemporaneo utilizzo dei pulsanti risultano complicati e soprattutto si rischia di coprire il flash con le dita. La risoluzione massima consentita dal sensore da 7,1 Mpixel è di 3.072×2.304 pixel, con un rapporto di forma 4:3. La compressione delle immagini avviene nel formato Jpeg e non è impostabile, ma presenta un solo livello fisso. Per risparmiare memoria (in dotazione è presente solo la memoria integrata di 32 Mbyte, di cui solo 27 Mbyte sono liberi) si è dunque costretti a scendere a risoluzioni inferiori: la risoluzione di 6,3 Mpixel è ottenuta con dimensioni dell’immagine di 3.072×2.048 pixel, quindi nel formato 3:2. Scendendo di risoluzione continua l’alternanza tra i due formati, abbassando l’informazione dell’immagine a 5 Mpixel, 3,1 Mpixel e infine a 1,1 Mpixel. L’accensione della fotocamera è estremamente rapida e, in meno di un secondo, si è pronti a scattare le foto. Una volta aperto il copriobiettivo risultano ben visibili i due gruppi di lenti: quello superiore è un ?normale? obiettivo dotato di zoom ottico 3x, che nel formato 35 mm equivale a un 39-117 mm (per un’escursione totale di 5x zoom). L’obiettivo inferiore è invece a focale fissa, equivalente a un 23 mm. Questa focale è molto interessante ed è ideale per foto panoramiche o per riuscire a inquadrare interamente soggetti molto vicini, oltre a rappresentare una rarità su fotocamere compatte. Naturalmente un obiettivo di questa focale e con un diametro così ridotto presenta una notevole deformazione, ma la EasyShare V705 può elaborare l’immagine per ridurre questo effetto attivando l’apposita opzione nel menu di scatto. Dalle nostre prove abbiamo notato un blando miglioramento, ma comunque la deformazione dell’immagine non risulta eccessivamente fastidiosa. Piuttosto si fa sentire una vignettatura piuttosto marcata lungo il lato destro, che risulta invece molto più accettabile o pressoché assente a sinistra. La definizione dell’immagine è buona, tuttavia lavorando in interni abbiamo rilevato immagini molto rumorose, dato che gli automatismi interni portano la fotocamera a lavorare con sensibilità 1.000 Iso anche quando è abilitato il flash. Tra le varie modalità di ripresa, facilmente impostabili grazie al piccolo joystick e al menu grafico che compare sullo schermo Lcd, risulta molto utile la funzione ?panoramica?. Anche se questa modalità è limitata all’unione di tre sole immagini, è interessante il fatto che sia la fotocamera stessa ad occuparsi di creare la composizione. Chi vuole sfruttare la fotocamera anche per la creazione di piccoli filmini troverà senz’altro utile la funzione di stabilizzazione dell’immagine, che consente inquadrature fluide, e la possibilità di variare lo zoom ottico durante la registrazione. Bisogna però segnalare che il passaggio dalla focale di 23 mm alla focale di 39 mm avviene di scatto e risulta perciò piuttosto ?traumatica? per la ripresa. In conclusione la EasyShare V705 è interessante per chi voglia una fotocamera semplice da usare anche nelle funzionalità più avanzate e al contempo voglia distinguersi grazie al design elegante. Il prezzo è decisamente sopra le media per una ultracompatta, essendo influenzato dalla presenza dei due obiettivi.

Votazione: 86

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore