La banda larga delle famiglie europee

Workspace

L’Eurostat fotografa una crescita della banda larga Ue: il 42% delle famiglie accede a internet in broad band. In Italia il 25%, il 10% in più rispetto al 2006

Le famiglie Ue accedono a Internet in banda larga: il 42% in broad band, contro il 30% del 2006. Più di metà delle famiglie ha accesso alla Rete (54% nel 2007 contro il 49% del 2006). Lo afferma Eurostat.

Nella Ue a 27 ogni paese corre con la sua velocità nella connessione a Internet: i Paesi Bassi, con un 83%, la Svezia, con un 79% e la Danimarca con un 78%.

Fanalini di coda sono in Bulgaria (19%), in Romania (22%) e Grecia (25%) e Italia (25%).

Anche nella banda larga vincono Paesi Bassi (74%), Danimarca (70%) e Svezia (67%). Secondo l’Eurostat in Italia, nel 2007, accede ad internet il 43% delle famiglie, contro il 40% del 2006. La connessione in banda larga conquista il 25% delle famiglie, quasi un 10% in più rispetto al 2006.

Ecco altre instantanee fotografate da Eurostat: il 57% degli individui ha utilizzato motori di ricerca online; la metà aveva inviato email con allegati, il 30% aveva protetto il proprio Pc da virus, il 15% usa il VoIP, un quarto ha scaricato dalla Rete, il 1 3% pratica il file sharing,

uno su 10 ha creato una pagina Web.

Danimarca, Estonia, Lussemburgo e Paesi Bassi sono i paesi più digitali della Ue, con le percentuali più elevate di queste attività.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore