La banda larga in Europa smentisce gli stereotipi

NetworkProvider e servizi Internet

Gli italiani sono utenti di broad band per esigenze di lavoro. Mentre gli inglesi sono appassionati di intrattenimento per adulti. A ciascuno la sua Dsl

SupportSoft ha pubblicato i risultati di un sondaggio europeo tra abbonati a servizi di connessione a banda larga, dal quale risulta che gli italiani intervistati utilizzano la banda larga per esigenze di lavoro più di tutti gli altri europei, mentre si è scoperto che gli inglesi la utilizzano per visitare siti Web per adulti più spesso degli altri europei. Alla domanda: “Se usa Internet principalmente per inviare e ricevere email, per quali altri motivi utilizza la connessione a banda larga a casa?” il 44% degli italiani ha indicato “esigenze di lavoro” come prima o seconda scelta. L’intrattenimento per adulti è stata l’indicazione meno frequente tra gli italiani: solo il 17% ha indicato questa opzione come prima o seconda scelta. Tale avversione per l’intrattenimento per adulti online è stato superato solo dai belgi, di cui solo il 16% ha indicato l’intrattenimento per adulti come prima o seconda scelta. Oltre all’intrattenimento per adulti e alle esigenze di lavoro, altre scelte disponibili erano la messaggistica immediata, lo shopping online, il download di video e il download di musica. Ben il 40% degli inglesi ha invece dichiarato che l’intrattenimento per adulti era al primo o secondo posto nell’utilizzo domestico della banda larga: più di qualsiasi altro paese europeo interessato dal sondaggio. I risultati indicano inoltre che gli inglesi utilizzano la connessione a banda larga a casa per esigenze di lavoro meno di tutti gli altri europei. Il sondaggio è stato condotto per SupportSoft da InsightExpress, una società di ricerca indipendente, che ha intervistato 349 clienti di connessioni a banda larga nel Regno Unito e in Germania, Francia, Belgio, Italia, Portogallo, Spagna e Olanda. Tutti gli intervistati dispongono di un accesso Internet a banda larga, di tipo DSL o via cavo. I risultati del sondaggio hanno un margine di errore del 4,3%. SupportSoft ha pubblicato un white paper contenente altri risultati dello studio. Una copia è disponibile all’indirizzo www.supportsoft.com/insightexpress .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore