La banda larga potrebbe portare 500 miliardi di dollari alleconomia Usa

Network

Il risultato arriva da una ricerca condotta per quantificare i benefici previsti dallintroduzione dellalta velocità

La diffusione di servizi Internet ad alta velocità, potrebbe portare un contributo di 500 milioni di dollari alleconomia statunitense. Il risultato arriva da una ricerca pubblicata lo scorso lunedì da Brookings Institution. I consumatori potranno beneficiare di servizi di home shopping, intrattenimento, telefonia e altri correlati al benessere, valutati per 200 miliardi di dollari. Ma se lalta velocità arriverà davvero in tutte le case, la somma potrebbe anche raddoppiare. Lofferta dei nuovi servizi, potrebbe servire anche come stimolo alla vendita di pc e software con un incremento del mercato valutabile tra i 50 e i 100 miliardi di dollari. Limpatto della banda larga sul reddito complessivo può essere molto profondo. Si sta affermando una tecnologia che non crea dei cambiamenti ai margini del sistema economico, ma direttamente al cuore del sistema afferma Charles Jackson, autore della ricerca assieme a Robert Crandall. Lo studio ha considerato tutti i tipi di connessione veloci, sia dsl che via cavo, wireless o satellite. Al momento si stima che la banda larga sia arrivata nell8% delle abitazioni Usa, ma grandi compagnie telefoniche come Verizon o Sbc, sembrano a buon punto per farsi riconoscere dal Governo, degli incentivi nella diffusione di queste tecnologie. Intanto i due deputati repubblicani Billy Tauzin e John Dingell, hanno presentato lemendamento per togliere lobbligo ai carrier locali di aprire i loro network prima di partire con lofferta di servizi dati sulla lunga distanza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore