La Bit generation. Che cosa piace ai teenager sul Web: raffronto USA vs. Italia

AziendeMarketingMercati e FinanzaSocial mediaWorkspace
AIE contro i libri digitali @ shutterstock

Il Censis fotografa i nativi digitali sui banchi di scuola. Pew Internet i teeanger statunitensi sui social media

Da un recente studio di Pew Internet emerge che i ragazzi vanno pazzi per i messaggi testuali e per Facebook, il social network da oltre 900 milioni di utenti. Il 76% frequenta i social-media e di questi il 93%. Nel 2011 il 77% dei genitori ha monitorato quali siti i ragazzi hanno visitato, in crescita rispetto al 65% del 2006, anche se Facebook “spia” le chat private a caccia di cybercriminali. Le chat sono inoltrate alla polizia solo se si rivelano utili a impedire, identificare e prevenire reati. Il 39% dei genitori è “amico” dei figli teenager, ma il 72% dei ragazzi ha impostato setting privacy. Il 22% delle ragazze online usa Twitter, contro il 10% dei ragazzi. I teenager neri sono utenti di Twitter tre volte dei bianchi e dei latini. Solo il 23% ha uno smartphone. Per accedere a Internet usano desktop o laptop, in meno il cellulare o tablet. Il 24% dei teenager americani frequenta ancora MySpace.

E in Italia come si comportano i giovani sul Web? Ce lo spiega il Censis. Dall’indagine targata Censis sui “nativi digitali” e l’educazione emerge che il 72% degli studenti ritiene l’utilizzo del Pc e l’accesso al Web abbiano un impatto positivosull’apprendimento. Inoltre gli studenbti sfatano i falsi miti sul fatto che Internet aiuti: per il 54% leggere un testo su Internet non è affatto più agevole che consultare un libro.E il 73% non perde la concentrazione leggendo sui libri stampati.

La diffusione di nuove tecnologie fra gli studenti, è buona. L’88% dei ragazzi ha un pc, ma la percentuale sale al 90% tra gli studenti delle superiori. Il 48% possiede una videocamera (il 65% tra le famiglie nella fascia piu’ alta di reddito), il 22% ha smartphone e il 10% i tablet (il 17% nella fascia più elevata di reddito). Il 73% degli studenti è presente su Facebook (il 79% degli studenti delle scuole superiori, ma la percentuale scende al 65% fra gli alunni delle scuole medie). Il 76% guarda video su YouTube (l’80% degli studenti di scuole superiori contro il 70% delle scuole medie). Il 60% degli studenti delle superiori usa il Pc per comunicare e per intensificare i rapporti sociali, a partire dall’accesso ai social network. Il 56% ritiene che il Pc e Internet facilitino le amicizie al di fuori della scuola. Il 44% accede alla Rete quasi tutti i giorni per cercare informazioni. Gli studenti navigano sui motori di ricerca, social network, portali di video, siti download musica. La ricerca del Censis è stata condotta su un campione di 2.300 studenti calabresi tra gli 11 e i 19 anni e su 1800 genitori.

Il Censis fotografa i nativi digitali sui banchi di scuola. Pew Internet i teeanger statunitensi @ shutterstock
Il Censis fotografa i nativi digitali sui banchi di scuola. Pew Internet i teeanger statunitensi
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore