La black list di Microsoft per Windows Marketplace

Mobility

Esiste una lista nera di applicazioni che non saranno scaricabili dall’anti App store di Microsoft: Voip, applicazioni per cambiare il browser di default e apps da oltre 10 Mbyte

Microsoft ha stilato una lista nera di applicazioni (Pdf) che non saranno scaricabili da Windows Marketplace for Mobile , l’anti Apple app store di Microsoft per Windows Mobile 6.5. Ecco cosa non entrerà nel supermercato delle applicazioni di terze parti di Microsoft: saranno bandite applicazioni per il Voip (voice-over-IP), apps sopra i 10 MByte e in grado di modificare i browser di

default

sul proprio computer. Applicazioni che vendono, linkano a o promuovono piani di voce mobile saranno banditi.

Ma non potranno salire neanche software di geo-localizzazione, senza volontà espressa, e ogni pubblicità che appare sulle apps dovrà ricevere l’appovazione di Microsoft. Il prossimo 11 maggio Windows Mobile 6.5 vedrà la luce a TechEd.

Per aggiungere un’applicazione al Microsoft store, gli sviluppatori dovranno avere un taxpayer ID e un Windows Live ID validi, pagare 99 dollari, e firmare un accordo application provider.Gli sviluppatori potranno uploadare cinque applicazioni (gratuite o a pagamento),update inclusi, ma dovranno invece pagare 99 dollari per ogni applicazioni fuori dal limite.

Il marketplace di Microsoft permetterà agli utenti 24ore per restituire eventuali applicazioni non piaciute, un’opzione che Apple non consente. Inoltre gli utenti potranno pagare con carta di credito o con il credito telefonico dell’operatore.

Guarda su Gizmodo Italia: Ecco come appare il Marketplace di Windows Mobile

Leggi: Microsoft apre Windows Marketplace agli sviluppatori

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore