La Camera dei Deputati discute domani il decreto per la liberalizzazione dei videogiochi

PCWorkspace

Il provvedimento ripreso dal Governo per fare fronte allemergenza acqua del Sud

Il Governo italiano punta di nuovo sulla liberalizzazione dei videogiochi nei pubblici esercizi. Presa per tamponare la situazione di emergenza nazionale venutasi a creare con la drammatica siccit che ha colpito le regioni meridionali e anche altre zone del nostro Paese, la decisione sar discussa domani in Parlamento tramite la formula del voto di fiducia. Se Montecitorio garantir i numeri necessari per convertire rapidamente in legge lattuale decreto di Palazzo Chigi, diventer pi facile per gli esercenti di pubblici esercizi installare un videogame nei propri locali. Per ogni apparecchio installato, il gestore verser allo Stato 6.600 euro allanno (imposta sugli intrattenimenti forfettizzata). Cinquanta centesimi sar il costo di ogni singola giocata, mentre il montepremi non potr superare i 10 euro (venti voltela posta). Inoltre gli apparecchi saranno congegnati in maniera tale che – ogni 7mila partite – il 90% dei montepremi venga distribuito tra i player. Secondo i calcoli fatti, lo Stato dovrebbe introitare cifre importanti per il proprio bilancio (209 milioni di euro solamente questanno).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore