La Cassazione: Anonymous è un’associazione a delinquere dedita al cyber-crimine

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa
Quiz: Conoscete hacker famosi?
0 0 Non ci sono commenti

La Cassazione stabilisce che il gruppo mondiale di hacker che opera sotto la sigla di Anonymous è un’associazione a delinquere dedita al cyber-crimine

La Cassazione ha definito un’associazione a delinquere il gruppo Anonymous, composto da cellule di hacker che commettono accessi abusivi ai siti di società o istituzioni. La definizione è riportata nella sentenza che conferma gli arresti domiciliari a Gianluca Preite., in cui si stigmatizza l’attacco a infrastrutture critiche, siti istituzionali e importanti aziende: “Al di là dei valori ideali, quel che conta è il programma che il gruppo si propone: un accordo per introdursi abusivamente su siti altrui“.

Pur ammettendo che tragga ispirazione a ideali “lusinghieri e meritori”, come l’ecosostenibilità e i diritti digitali, “Anonymous può assimilarsi ad una organizzazione non statica, operante in una dimensione di per sé aperta e non individuabile su una base meramente territoriale”.

L’avvocato Carlo Taormina, legale di Preite, aveva sostenuto la tesi secondo la quale i valori perseguiti dagli hacker sono ampiamente condivisi dall’opinione pubblica, dunque ciò “escluderebbe la possibilità di discutere di reati associativi”. Ma la Cassazione non ha accolto le tesi della difesa, bensì considera associazione a delinquere “un accordo per introdursi abusivamente su siti altrui”.

Sai tutto di Anonymous? Misurati con un Quiz!

Cassazione: Anonymous è un'associazione a delinquere
Cassazione: Anonymous è un’associazione a delinquere
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore