La Cina contro i tre big Usa della ricerca online

Aziende

La censura colpisce Google, Youtube, Yahoo e Microsoft Live

Pechino, in un momento di tensione con gli Stati Uniti per via della Birmania, del Tibet occupato e del Dalai Lama, ha deciso di censurare le big company americane nella Rete dagli occhi a mandorla. La censura colpisce Google, Yahoo, Youtube e Microsoft Live: chi effettua ricerca online in Cina, viene reindirizzato sul portale Baidu. A lanciare l’allarme del blocco sono stati TechCrunch, Digital Marketing Blog e Google Blogoscoped. Gli internauti cinesi digitano gli indirizzi internet di Google, ma anche di Yahoo!, Live e YouTube e caricano automaticamente la homepage del motore cinese Baidu. Google ha risposto che si augura che il blocco venga presto rimosso.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore