La console multifunzione

LaptopMobility

Permette di giocare, inviare messaggi, scattare foto, segnarsi gli appuntamenti

Per giocare, ma non solo. Considerata erroneamente come un’alternativa alla PSP di Sony, e al Nintendo DS, Gizmondo è in realtà un dispositivo che unisce le funzionalità tipiche di un lettore audio portatile a quelle di un cellulare e di una console pur non essendo assimilabile ad alcuno di questi prodotti. Il dispositivo si presenta con una configurazione hardware di tutto rispetto: vanta infatti un processore ARM9 di Samsung a 400 MHz, chip grafico nVidia a 128 bit, display LCD da 2,8 pollici all’interno del quale si visualizzano le immagini catturate con la fotocamera integrata da 1,3 Megapixel, supporto per la connessione USB, per il protocollo Bluetooth e slot per schede di memoria SD. Gizmondo offre la sensazione di una certa solidità. Il design e la collocazione di pulsanti e levette sulla scocca rendono poi ottima l’ergonomia del prodotto. A gestire le funzionalità è invece delegato il sistema operativo Windows CE. Il passaggio da un’applicazione all’altra risulta un po’lento, mentre è veramente noioso il ritardo con cui vengono impartiti i comandi tramite i pulsanti posti sulla scocca. Il difetto principale del Gizmondo è comunque il fatto che si tratta di un prodotto che non si regge sulle proprie gambe: occorre inserire una SIM dati (nel kit di vendita dovrebbe essere compresa una SIM TIM) per utilizzare le funzioni di messaggistica (e-mail e SMS) e di navigazione WAP, acquistare la cartografia per sfruttare il sistema GPS integrato, e comprare i giochi per trasformare la periferica in una console portatile. Un ottimo prezzo e buone funzionalità, potrebbero non bastare al Gizmondo per avere successo se i software disponibili non saranno all’altezza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore