La consumer technologies non è una seccatura

Workspace

Lo afferma Gartner in un recente studio che esamina l’impatto della consumer
technologies sulle imprese nei prossimi decenni.

Da una seccatura inevitabile a opportunità per aggiungere innovazione. Così deve essere interpretata la consumer technologies. Secondo la società di analisi Gartner, che affronta l’argomento in un suo recente studio, i dipendenti continueranno a spingere per introdurre la consumer technologies all’interno delle imprese. Soprattutto in alcune aree, ad esempio nell’ambito degli strumenti per la produttività e nelle comunicazioni. Questa tendenza, affermano gli esperti, porterà significativi vantaggi all’interno delle imprese. Le tecnologie che inizialmente erano orientate verso il mondo consumer, stanno avendo un forte impatto anche nella corporate It. E’ il caso per esempio dell’Instant messaging. Ma tutto questo porterà benefici e si tradurrà per le aziende in nuove opportunità di innovazione. Gartner ha individuato alcuni fattori che sicuramente avranno un decisivo impatto nei prossimi anni. Nei prossimi tre anni, ad esempio, le piattaforme Web, la desktop videoconferencing, così come la cosiddetta Community Communication Platforms e i dispositivi portatili, rivestiranno una grande importanza. Valutando un periodo più lungo, cinque anni, Gartner ha individuato tre fattori: i mondi virtuali, di cui stiamo già avendo un assaggio con Second Life; la green It e l’user interface technologies, che sarà sempre più adottata anche nelle imprese.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore