La Corte di Giustizia dà ragione alla Ue sull’Eurotariffa

Aziende

La Commissione Europea ha diritto di imporre tetti a livello dell’Unione europea sulle tariffe di roaming

L’Unione europea è decisamente più unita da quando ci sono il roaming a prezzi ridotti, i voli low-cost e i progetti Erasmus. La Corte di Giustizia ha stabilito che la Commissione Europea ha diritto di imporre tetti a livello dell’Unione europea sulle tariffe di roaming: dal primo luglio l’Eurotariffa per Sms e dati abbatte i confini della Ue al prezzo massimo di 11 centesimi, mentre il roaming dati è pari a

1 euro per Mbyte. I risparmi arrivano fino al 60%.

Dopo il taglio delle tariffe delle chiamate in roaming , l’Europarlamento ha votato il taglio del roaming per Sms e dati, per evitare bollette-choc al rientro dalle vacanze nella Ue.

Viviane Reding, come Mario Monti all’Antitrust europeo a iniizio anni 2000, hanno conferito una forte impronta al loro ruolo dentro la Ue, in difesa dei consumatori europei e hanno saputo dare un volto meno burocratico e più vicino ai cittadini all’Europarlamento. Monti inflisse la prima maxi-multa Antitrust a Microsoft per abuso di posizione dominante; Viviane Reding ha unificato la telefonia mobile in ambito Ue, instaurando l’Eurotariffa e tagliando i prezzi di chiamate, Sms e scambio dati in roaming dentro i confini Ue.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore