La Corte Suprema conferma la condanna ad Apple per il cartello sugli e-book

Autorità e normativeGiustizia
La Corte Suprema conferma la condanna ad Apple per il cartello sugli e-book
1 7 Non ci sono commenti

I consumatori avrebbero pagato circa 280 milioni di dollari in più per comprare gli e-book, a causa del cartello messo in piedi da Apple con 5 editori. La Corte Suprema rigetta il ricorso dell’azienda guidata dal Ceo Tim Cook

La Corte Suprema ha rigettato il ricorso di Apple: l’azienda di Cupertino dovrà pagare 450 milioni di dollari come deciso nel patteggiamento. Negli Stati Uniti Apple è stata condannata per aver violato le norme Antitrust e aver cospirato con gli editori per creare un cartello dei prezzi sugli e-book.

La Corte Suprema conferma la condanna ad Apple per il cartello sugli e-book
La Corte Suprema conferma la condanna ad Apple per il cartello sugli e-book

Con la decisione della Corte, rimane valido il verdetto del luglio 2015, sentenza della seconda U.S. Circuit Court of Appeals di New York. Il verdetto diede ragione al Dipartimento di Giustizia USA, mentre Apple è stata condannata in tribunale per aver violato le norme Antitrust per aver messo in piedi un cartello dei prezzi sugli e-book. Il giudice aveva stabilito che Apple si era accordata con cinque grandi editori americani per alzare i prezzi dei libri digitali. Hachette Book Group, HarperCollins Publishers, Penguin Group, Macmillan e Simon & Schuster hanno già patteggiato, pagando 166 milioni di dollari.

I consumatori avrebbero pagato circa 280 milioni di dollari in più per comprare gli e-book, secondo il Financial Times. I prezzi balzarono dai 9.99 dollari di Amazon a una cifra compresa fra 12.99 e 14.99 dollari. La class action chiedeva 840 milioni di dollari.

Secondo il sito Good e-Reader, Amazon detiene lo scettro del mercato e-book americano, nel 2010 salì del 54%.

Le vendite degli e-book sono calate del 12.3% nei primi 10 mesi del 2015 (fonte: American Association of Publishers). Salgono i ricavi derivanti dalle vendite di libri cartacei, scendono quelli da e-book. Uno dei motivi è il rialzo del prezzo degli e-book, che a volte costano più del libro fisico.

A febbraio Harper Collins ha spiegato che le vendite digitali sno scese dal 19 al 16% delle vendite dei libri consumer.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore