La crescita a due cifre di Oracle non impressiona Wall Street

AziendeMercati e Finanza

La società guadagna quote di mercato sfidando nelle applicazioni Sap, nel
middleware Bea e nei database Ibm

Oracle cresce a due cifre, registrando un incremento dei profitti del 21% per 967 milioni di dollari, o 18 centesimi per azione, in salita dai 798 milioni di dollari, o 15 centesimi per azione di un anno fa. Oracle ha archiviato il secondo trimestre mettendo a segno un fatturato da 4,2 miliardi di dollari pari a una crescita delle vendite del 26 percento. Il colosso dei database ha così commentato la sua trimestrale, che però non ha riscosso l’applauso di Wall Street, affermando che Oracle guadagna quote di mercato ai danni delle applicazioni di SAP, ai danni del middleware di BEA e ai danni del database di IBM. Infatti il fatturato del segmento Database e middlewareha registrato un rialzo del 9 percento. Il fatturato dal software applicativo è cresciuto del 28 percento. Negli update Software e nel supporto prodotti il fatturato è aumentato del 45 percento. Nei database in area Emea Oracle ha messo a segno + 21 percento. In Asia Pacifico è cresciuta del 5 percento e in America solo del 2 percento.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore