La crisi assottiglia i patrimoni, ma Bill Gates resiste sul trono

ManagementNomine

Il co-fondatore di Microsoft, Bill Gates, tornato al primo posto della classifica di Forbes un anno fa, proprio mentre il crac di Wall Street erodeva patrimoni più recenti del suo, mantiene lo scettro di Paperon de’ Paperoni, seguito da Warren Buffet e Larry Ellison di Oracle: la ricchezza dei 400 super-ricchi si è volatilizzata del 19 percento nel 2009

Bill Gates mantiene saldamente il primo posto della classifica di Forbes proprio riconquistato all’indomani del crac di Lehman Brothers, mentre i crolli a Wall Street erodevano patrimoni più recenti del suo. Bill Gates mantiene lo scettro di Paperon de’ Paperoni: dopo 13 anni di regno incontrastato, era stato detronizzato nel 2008 dal tycoon messicano delle Tlc Carlos Slim e un anno dopo, di nuovo, da

Warren Buffet.

E’ ancora una volta Bill Gates, il fondatore di Microsoft, l’uomo più ricco d’America con 50 miliardi di dollari. Warren Buffet si piazza al secondo posto con 40 miliardi di dollari, seguito dal fondatore di Oracle , Larry Ellison con 27 miliardi di dollari come nel 2008. Poi ci sono i proprietari di Wal-Mart, Michael Bloomberg, sindaco di New York.

La lista è rimasta pressoché immutata, rispetto allo scorso anno, ma si è assottigliata in modo significativo la ricchezza di ognuno. Conti alla mano, i dieci uomini più ricchi d’America hanno visto sfumare nell’ultimo anno oltre 40 miliardi di dollari. La perdita maggiore l’ha subita l’oracolo di Omaha, Buffet, che ha visto andare in fumo ben 10 miliardi di dollari.

Tutti e 400 super ricchi hanno visto nel 2009 volatilizzarsi la loro ricchezza del 19%, ben 300 miliardi di dollari, a 1.270 miliardi di dollari, contro i 1.570 miliardi del 2008. Il quinto declino dal 1992.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore