La crisi delle telecomunicazioni colpisce anche Vivendi e Alcatel

Workspace

Lindice della Consob francese sul colosso transalpino in difficoltà, che però può ancora contare sullappoggio del consorzio delle banche creditrici.

La Cob, lautorit che controlla le attivit del mercato francese, ha aperto unindagine ufficiale sulle comunicazioni finanziarie fornite da Vivendi Universal sulla propria attivit a partire dal gennaio 2001. Nel frattempo, il consorzio delle banche creditrici di Vu (Citigroup, Credit First Suisse Boston, Credit Lyonnais, Bnp Paribas, Deutsche Bank, Socit Generale) ha deciso di accordare una nuova linea di credito al gruppo francese, per permettergli di fare fronte ai debiti in scadenza a breve termine. Secondo una indiscrezione riportata da Le Figaro, la prima tranche del credito – gi messa a disposizione di Vivendi – ammonterebbe a un miliardo di euro, a cui ne farebbe seguito nei prossimi giorni una seconda, il cui importo dovrebbe essere compreso tra i 2,5 e i 3 miliardi di euro. Difficolt anche per Alcatel, il cui rating del debito a medio termine stato recentemente declassato da Moodys alla categoria junk bond (titoli spazzatura).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore