La crisi? Non da Brevi

Aziende

Per il distributore ancora una crescita a due cifre nel terzo trimestre dellanno. Ora occupa lottava posizione nella classifica dei dieci più importanti attori del mercato di riferimento

Grazie a una politica commerciale che non si lasciata prendere nel vortice della crisi del mercato, Brevi chiude il terzo trimestre con una crescita dell11%, attestandosi a quota 116 milioni di euro. Buoni i risultati anche per il Gruppo che chiude con un fatturato aggregato di 171 milioni e che ritiene di potersi attestare entro la fine dellanno a quota 175 milioni per quanto riguarda Brevi Spa e a 260 milioni come lintero Gruppo. Nonostante la crisi, Brevi ha operato sul mercato in maniera molto vivace, concludendo importanti nuovi accordi di distribuzione con diverse aziende, tra le quali Acer, Lite-On, Western Digital e U.S. Robotics, oltre a rafforzare i rapporti con i vendor gi inclusi nella propria offerta. Brevi ha potenziato anche la propria presenza sul territorio e attualmente si avvale di sette punti vendita, dislocati nelle regioni del nord. Per Giambattista Brevi, fondatore e amministratore delegato della societ, le difficolt del settore e la riduzione della domanda, spingono verso un mercato sempre pi attento e selettivo, …Landamento positivo che le nostre vendite continuano a registrare ci conforta particolarmente, testimoniando la validit del nostro approccio… e la competitivit della nostra proposta commerciale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore