La denuncia di Sandisk contro venticinque aziende

Autorità e normativeNormativa

Continua così una guerra dei brevetti che negli Usa ha già permesso a molte aziende di recuperare somme considerevoli ai danni degli avversari 

SANDISK, AFFERMATA azienda che produce memorie, sembra avere un’ottima memoria anche della sua proprietà intellettuale, per questo ha denunciato venticinque aziende per aver violato brevetti che sarebbero di sua proprietà.

Una denuncia è stata presentata presso una corte dello stato americano del Wisconsin riguardante cinque brevetti, mentre un altro caso avviato presso un’altra corte dello stesso statoriguarda altri due brevetti.

Sandisk si è anche rivolta alla US International Trade Commission (ITC) per ottenere che alle aziende incriminate sia impedito di importare i loro prodotti negli Stati Uniti.

Le aziende in questione sono: ACP-EP Memory, A-Data, Apacer, Behavior Computer (d/b/a Emprex), Buffalo, Chipsbank, Corsair Memory, Dane-Elec,Edge, Imation/Memorex, Interactive Media (d/b/aKanguru), Kaser, Kingston, LG Electronics, Phison Electronics, PNY, PQI, Silicon Motion, Skymedi, Transcend, TSR (d/b/a T.One), USBest, Verbatim, Welldone Company, e Zotek/Zodata (d/b/a Huke).

Continua così una guerra dei brevetti che negli Stati Uniti ha già permesso a molte aziende di recuperare somme considerevoli ai danni degli avversari, e agli avvocati interessati di festeggiare a champagne.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore