La Finanziaria dà ragione a Esprinet

Aziende

I nuovi provvedimenti governativi in aiuto al mondo della distribuzione. Sullo stesso argomento si era espresso qualche mese fa Alessandro Cattani, amministratore delegato di Esprinet.

Lo scorso novembre, Alessandro Cattani, amministratore delegato di Esprinet, sulle pagine di Milano Finanza suggeriva di obbligare tutte le amministrazioni a effettuare acquisti di tecnologia attraverso cessioni di credito a una finanziaria, con i costi di dilazione a carico del venditore. Una proposta che tentava di venire incontro alle molte difficoltà dei rivenditori che lavorano con la Pubblica amministazione. Ora quei consigli, provenienti da un attento osservatore del mercato, qual è Cattani, sono stati inseriti nell’ultima legge Finanziaria elaborata dal Governo. Le novità riguardano l’istituzione di un fondo per i pagamenti dei debiti alla fornitura da parte del Ministero dell’economia e la creazione di un nuovo ruolo per la Cassa depositi e prestiti, autorizzata a effettuare operazioni di cessione dei crediti. Nelle dichiarazioni di Cattani emergeva la difficile situazione delle piccole medie imprese italiane, che sovente non hanno grandi capacità finanziarie. Nell’ambito del mondo It, si calcola che siano circa 25mila i fornitori che lavorano con la Pubblica amministrazione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore