La formazione integrata di Pathlore Software

Management

La società, che in Italia ha siglato un accordo con Ial Friuli Venezia
Giulia per realizzare un progettobasato sulla piattaforma Learning management system, ha concluso il 2003 a livello mondiale con ricavi di 31 milioni di dollari

Pathlore Software ( www.pathlore.com ), azienda che sviluppa software per la gestione, il tracking e la reportistica della formazione aziendale, ha siglato un accordo con Ial (Istituto aggiornamento lavoratori) Friuli Venezia Giulia (Fvg), ente privato senza scopo di lucro attivo nel settore della formazione. Le due società hanno dato vita a un progetto di blended learning (formazione integrata) basato sulla piattaforma Learning management system (Lms) di Pathlore. Per i suoi progetti di formazione Ial Friuli Venezia Giulia, che si occupa di progettazione e coordinamento di attività formative rivolte sia ai giovani, che devono inserirsi nel mondo del lavoro, sia a professionisti, che richiedono aggiornamenti specifici, ricercava una piattaforma che rendesse il processo di apprendimento più gestibile edefficace. Learning Management System di Pathlore è stato identificato da Ial come lo strumento più adatto. Pathlore, per soddisfare le esigenze dell’ente, ha implementato IalCampus ( www.ialcampus.it ), portale Web in cui è possibile frequentare un percorso formativo sotto la guida di docenti e tutor. “Diversi sono i motivi che ci hanno spinto a scegliere lapiattaforma Lms di Pathlore”, afferma Carlo De Bastiani, direttore di Ial Fvg.”La necessità era quella di avere una piattaforma in grado di supportare diversi progetti, che si integrasse facilmente con l’architettura aziendale esistente e soprattutto che fosse facile da gestire. Inoltre, era importante che la piattaforma consentisse di realizzare percorsi di formazione integrata, in aula e a distanza, con una sola interfaccia gestionale. E infine era necessario che desse la possibilità di replicare il progetto anche per altri corsi. Essendo così adattabile, Pathlore Lms ci permette di includere tutti questi elementi”. “A livello mondiale Pathlore Software è l’unica società, tra i sette produttori di piattaforme e-learning, ad avere ottenuto nel 2003 un utile di oltre 2 milioni di dollari”, dichiara Renato Mambretti, direttore generale della filiale italiana dell’azienda.”Il fatturato globale 2003 è stato di 31 milioni di dollari, dai 22,5 dell’anno precedente. Pathlore propone una piattaforma completa che può essere acquistata o presa in affitto, che l’utente può decidere di tenere in casa o hosted presso Pathlore o presso un terzo. L’azienda, che nel 2003 è stata inserita da Gartner nel ‘Quadrante magico’ tra i leader per il settore dei learning management systems, vanta ben 250 clienti hosted per l’elearning e 425mila utenti che fanno formazione in hosting dal nostro sito”. In Italia Pathlore è presente dal 1989.”Tra il ’95 e il ’96, con l’esplosione di Internet c’è stato un cambio strategico da parte della società, che dalle reti private ha portato il proprio sistema in ambiente Internet”, spiega Mambretti.”Così è nata la piattaforma Pathlore Learning management system, che eroga e gestisce i programmi di apprendimento e che consente di fare reporting su di essi. Non solo è adatta per i progetti di formazione a distanza; non bisogna dimenticare che oggi l’80% della formazione avviene ancora in aula. Per questo la piattaforma permette anche di gestire questa modalità, prendendo in considerazione tutti gli aspetti organizzativi ed economici. Di fatto ci sono un ambiente amministratore e un ambiente utente. Il primo, destinato al responsabile del progetto didattico, permette un controllo totale del sistema. Il secondo, destinato al frequentante, consente di visitare un catalogo corsi, di controllare il calendario, di valutare i titoli e i requisiti richiesti per frequentare un particolare corso e di iscriversi. Il sistema indirizzerà il discente all’aula fisica, se il corso è in aula, oppure a una sessione virtuale sincrona con strumenti dedicati o a un titolo in e-learning”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore