La formula magica di Peoplesoft

Workspace

La società si presenta al mercato italiano puntando a una leadership
internazionale nel mercato del software applicativo enterprise.

Dopo aver archiviato con successo l’operazione Jdedwards, che l’ha vista concludere un’acquisizione in tempi relativamente brevi, oggi la società può finalmente a concentrarsi sul proprio obiettivo primario: diventare il numero due nel mercato dell’enterprise software dietro Sap. La nuova Peoplesoft si è presentata al mercato italiano in occasione del primo evento Leadership Summit nel nostro paese, tenutosi ieri al centro Congressi di Milanofiori, appuntamento tradizionale della società in altri paesi del mondo, momento in cui la realtà coniuga le potenzialità globali con la concretezza locale. Ed è toccato a Guy Dubois, executive vice president di Peoplesoft International, fare il punto della situazione. “Oggi il mercato It subisce l’influenza degli andamenti economici e politici, cambiando fortemente i propri connotati. La competizione diventa sempre più aggressiva e l’affermarsi di nuove normative impone che le società del mercato tengano il passo e si adeguino ai cambiamenti repentini. Peoplesoft non è immune a questa situazione, ma pensa di aver trovato la formula magica per poter sopravvivere e acquisire un forte vantaggio competitivo”. La formula poggia su tre elementi principali: avere processi globali, fornire un’infrastruttura informativa real-time e avere un atteggiamento customer-centrico. Il tutto permeato da una forte flessibilità e capacità di adattamento. L’azienda si rivolge ad aziende di ogni dimensione, con un’offerta che si declina su tre infrastrutture di prodotto (Enterprise, EntepriseOne, World), esperienza in differenti mercati verticali, un approccio best-of-bread, capacità di capire le reali necessità del cliente. “Sap, ha concluso Dubois, ha una lunga storia. Peoplesoft è giovane, ma sta conquistando terreno e ha le tutte le carte per diventare la vera alternativa a Sap”.

E a conferma del corso positivo intrapreso dalla società arrivano anche i risultati del primo trimestre 2004, chiusosi il 31 marzo scorso. In questo periodo l’azienda ha registrato un fatturato totale pari a 643 milioni di dollari, superando le previsioni, che indicavano una cifra compresa tra i 625 e i 635 milioni di dollari. In linea con le previsioni il fatturato generato dalla vendita delle licenze, pari a 131 milioni di dollari.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore