La Free Software Foundation europea contro Microsoft

Aziende
0 0 Non ci sono commenti

L’open source vuol far sentire la propria voce presso la Ue contro il colosso di Redmond

Free Software Foundation Europe (FSFE) ha formalmente richiesto un’audizione all’Unione europea, contro Microsoft. Al Wsis di Tunisi, di una settimana fa, Microsoft avrebbe insistito per eliminare ogni menzione del software libero dalla conferenza. Ieri si è inoltre tenuta un’audizione sull’IPRED2 (Intellectual Property Rights European Enforcement Directive) a Bruxelles. Microsoft, secondo Fsfe, in queste occasioni sarebbe stata abile a riscrivere le conclusioni di Vienna sull’Ict e la creatività per il Wsis, l imitando la libertà degli sviluppatori. La richiesta giunge dopo che è stato scoperto che Microsoft stava cooptando altre società nel suo contenzioso contro l’Unione europea in materia antitrust. Microsoft ha fatto appello.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore