La Guardia di Finanza chiude Downrevolution.net

CyberwarSicurezza

La Gdf ha inoltre denunciato quattro persone, di cui tre minorenni, e sequestrato una sala server

Secondo la Guardia di Finanza solo il cd “Safari” di Jovanotti sarebbe stato scaricato illegalmente 1.021 volte, ma un’operazione ha posto fine a un caso di pirateria.

Le Fiamme Gialle hanno sequestrato il sito www.downrevolution.net , una sala server 7 computer (desktop e Notebook), tre hard disk esterni, una scheda di memoria, 486 tra cd e dvd e oltre 5.700 opere illecitamente detenute,

e hanno denunciato quattro persone, di cui tre minorenni.

Il sito Web permetteva di scaricare file protetti dal diritto d’autore, ma la Guardia di Finanza di Milano ha chiuso il sito per contrastare la condivisione illegale di musica, video e giochi.

La Fpm, Federazione contro la pirateria musicale, ha aiutato la Gdf ad individuare una sala server composta da 21 computer in uno scantinato di Sesto San Giovanni (Mi), gestito da un maggiorenne residente a Paderno Dugnano (Mi) e, online, da tre minori residenti in Puglia e Campania, denunciati alla Procura della Repubblica di Lodi.

Enzo Mazza, presidente della Fimi, la Federazione dell’industria musicale italiana, ha così commentato l’operazione che “colpisce un importante sistema di intermediazione di contenuti illeciti con numeri consistenti, una vera e propria centrale di spaccio di musica illecita“:

Dall’altra parte va evidenziato che oggi la musica scaricata legalmente su internet in Italia è in continua crescita, con un quota di mercato raggiunta nel primo trimestre 2008 del 10% di tutte le vendite di musica in Italia, con decine di piattaforme a disposizione dei consumatori e con milioni di titoli“, conclude in una nota Mazza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore