La Liguria porterà la banda larga a tutti

NetworkProvider e servizi Internet

Un’altra regione sigla un accordo con il Ministero delle Comunicazioni per abbattere il Digital Divide ligure entro due anni

Le Regioni, prima la Sardegna, poi il Lazio , adesso la Liguria, hanno deciso di combattere in prima linea la lotta al Digital Divide. La banda larga è un diritto e i cittadini di certe aree, oggi escluse dal broad band, non devono essere di serie B. Anche la Liguria sigla un accordo con il Ministero delle Comunicazioni contro il Divario digitale. Il Digital Divide oggi colpisce troppi comuni in Italia. Ma il Presidente della Regione Claudio Burlando e il Ministro per le Comunicazioni Paolo Gentiloni si sono accordati per investire 16 milioni di euro in due anni, 10 da parte del ministero e 6 da parte della Regione, a cui vanno aggiunti altri 7 milioni di euro gia’ spesi dalla Regione per i servizi e un milione per la sperimentazione mentre 5 milioni sono finanziati dall’Uinone Europea.

Il Governo e la Regione si impegnano entro due anni a portare collegamenti ad internet veloce in tutta la liguria.

Sarà prioritario l’investimento sia in fibra ottica sia in modalita’ wireless, con il pieno rispetto del principio di neutralita’ tecnologica.

Le infrastrutture del progetto hanno l’obiettivo di consentire nei diversi territori l’attivazione di servizi a banda larga per i cittadini e le imprese,

con connettivita’ di tipo xDSL e banda 2048/512 Kbit/secondo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore