La maggiore centralizzazione di Internet ne minaccia laffidabilità

NetworkProvider e servizi Internet

La concentrazione della rete intorno a pochi nodi di telecomunicazione rende internet maggiormente suscettibile alla congestione, se non al blocco.

Ricercatori della Ohio State University hanno simulato lindisponibilit del collegamento per 14 citt in 41 reti, scoprendo che lesclusione di alcune di queste citt dalla rete – per motivi diversi, come attacchi terroristici o calamit naturali – produce gravi problemi di traffico ovunque nel paese. La citt che crea pi problemi risultata Los Angeles togliendola dalla rete provoca congestioni a Las Vegas, Phoenix, Tucson, Denver, Dallas e Houston. La rimozione di qualunque delle altre cinque citt provoca significative congestioni ad Atlanta, Chicago, Dallas, New York e Washington. Il nodo di rete che maggiormente rischia lindisponibilit in caso di eliminazione di una singola citt stato ATT, seguito da GTE. La ricerca, che verr pubblicata a febbraio sulla rivista Telematics and Informatics, stata condotta dai ricercatori Tony Grubesic, Morton OKelly e Alan Murray del Dipartimento di Geografia della Ohio State University. I ricercatori hanno attribuito queste vulnerabilit al passaggio dalla tipologia di rete distribuita del primo internet alla tipologia attuale hub-and-spoke. Bench le capacit e la velocit di trasmissione dei servizi commerciali di internet siano oggi di gran lunga superiori ai loro predecessori, le ragioni economiche per laffidabilit e la sopravvivenza della rete sono diventate ancora pi rilevanti dicono gli autori. Con migliaia di societ, corporazioni, universit, enti governativi che si affidano ad internet per le necessit quotidiane, congestioni nel traffico e rallentamento nei servizi hanno il potenziale di una catastrofe economica.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore