La multa Ue a Microsoft sembra inevitabile

Autorità e normativeNormativa

Il commissario alla concorrenza dell’Unione Europea Neelie Kroes non vede
soluzioni alternative al braccio di ferro con il colosso di Redmond

Su Microsoft si addensano nubi nere che non promettono nulla di positivo: anzi, vede proprio nero anche il commissario alla concorrenza dell’Unione Europea Neelie Kroes. Kroes non ha usato mezzi termini e non intravede a questo punto possibilità per Microsoft per evitare la multa, che come una spada di Damocle pende sulla testa del colosso del software.La multa quotidiana per violazione delle norme Antitrust è ormai giudicata inevitabile. Dopo la maxi multa comminata per abuso di posizione dominante nel marzo 2004, Microsoft avrebbe frenato le procedure per ottemperare alle decisioni della Commissione europea: in queste ore Microsoft rischia multe salatissime fino a 2 milioni di euro al giorno.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore