La musica digitale senza Drm

AccessoriWorkspace

Basta Digital Rights Management nei brani musicali di Emi venduti su iTunes.

Drm addio nei brani Emi su iTunes . Gli utenti applaudono allo s torico accordo anti lucchetti digitali tra Apple e Emi: la vendita di brani privi di tecnologie anticopia segue di poche settimane la lettera aperta di Steve Jobs alle Major delle etichette musicali per abbandonare il Digital Rights Management (Drm: la Free Software Foundation li chiama ironicamente Digital Restrictions Management). La musica Emi su iTunes sarà senza Drm, ma ad un prezzo di 1,29 euro ciascun brano. Nonostante il sovrapprezzo di 30 centesimi, si tratta di una vittoria per gli utenti che hanno cercato da anni di boicottare il Drm e le odiose tecnologie anti pirateria. Solo recentemente MusicLoad, portale tedesco di musica online, ha dichiarato che il 75% delle proteste dei suoi utenti sono provocate dalla gestione blindata e limitata dei diritti d’autore. Un unico nèo: la Ue ha rovinato la festa, accusando il jukebox digitale di Apple di violare le regole della concorrenza in Europa. Ma questa è un’altra storia, e forse l’avvio di una nuova battaglia per una musica sempre più libera in Rete. La musica senza Drm, a favore dei clienti del download legale, mette in difficoltà Microsoft, che punta sulla protezione (proprietaria) dei diritti digitali.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore