La navigazione in Italia nel mese di febbraio 2003

NetworkProvider e servizi Internet

I dati annunciati da Nielsen//NetRatings, società che offre il primo servizio globale di misurazione dellaudience, della pubblicità e dellattività dei navigatori connessi da casa e dal luogo di lavoro sulla rete Internet.

Febbraio registra un rallentamento fisiologico nel consumo della rete da parte dei navigatori italiani. Come ogni anno, dopo le frenetiche frequentazioni dello shopping natalizio e le incombenze di gennaio (abbonamento della tv, bollo auto, documenti per le dichiarazioni fiscali, ecc.) gli internauti italiani si concedono una pausa di riflessione. Notizia interessante è che questanno il calo di utenti rispetto a gennaio (-1.4%, 13,8 milioni di navigatori rispetto ai 14 milioni a gennaio) è inferiore in rapporto a quello che si verificò nel 2002 (che registrò un -3.4%) anche se il tempo trascorso online da un utente medio rimane inferiore alle 7 ore e mezzo nel mese. La navigazione degli italiani a febbraio è improntata allinsegna dellentertainment. La terza edizione del Grande Fratello impazza in rete (grandefratello.jumpy.it) conquistando un pubblico di oltre 800 mila visitatori unici, ciascuno dei quali ha visto in media 43 pagine ed è rimasto sul sito per 17 minuti. Gli appassionati in rete sono stati al 75% uomini e giovani (il 63% dellaudience è di età compresa tra i 12 ed i 34 anni). Le sezioni del sito più frequentate sono state quelle dedicate alla presentazione dei vari personaggi. Per i più piccoli invece riscuote successo il sito di disney.it, che cresce del 19% e totalizza 316 mila visitatori nel mese (di cui il 9% sotto i 12 anni) molto interessati al Witch Magazine con le belle e simpatiche streghe. Anche il mondo della musica online mette a segno incrementi importanti, portando la sua quota di mercato sul totale della rete al 9.4% (+40% rispetto a gennaio). Da segnalare lincremento di visitatori unici sul sito domaggiore.it (195 mila utenti, + 79% da gennaio), che mette a disposizione il più completo archivio gratuito di copertine di CD audio. In fermento anche il mondo dei giochi online che a febbraio si prepara al lancio della nuova Xbox Live di Microsoft. I siti di giochi online sono stati visitati da più del 6% dei navigatori della rete, una crescita del comparto pari al 2.7% rispetto al precedente gennaio e pari al 147% rispetto ad un anno fa. La crescente attenzione ai giochi online e alla musica riportano la centralità della banda larga, ausilio che si rivela imprescindibile per unesperienza completa della rete e che si dimostra essere un propulsore dellattività sul Web (a gennaio lutente connesso a banda larga è stato online una media di 14 ore e 44 minuti, il navigatore a 56K una media di 5 ore e 16 minuti). In effetti le offerte di connessioni veloci che stanno furoreggiando nella comunicazione sia tradizionale sia online riscuotono interesse. Cresce ancora il sito aliceadsl.it di Telecom (515 mila utenti unici nel mese, + 15% da gennaio) e si movimenta lattività su point.tiscali.it/adsl dove viene promossa lofferta del competitor sardo 410 mila visitatori (+33% da gennaio). I target dei due siti hanno connotazioni leggermente differenti entrambi i pubblici sono prevalentemente maschili e di età compresa tra i 25 ed i 34 anni. Tiscali, capitalizzando una promozione giocata sul vantaggio economico della propria offerta, ha attirato unaudience che al 50% dichiara un reddito medio/basso. Con una presenza significativa di tecnici (16% dellaudience). Tra i 510 mila visitatori di aliceadsl.it, invece, il 17% appartiene alla fascia alta di reddito ed il 17% è libero professionista. Interessante osservare che circa il 30% dellutenza di un sito sia andata a visitare anche laltro. Una sovrapposizione alta di pubblico rispetto alla media Internet, indice che il Web è molto apprezzato dai navigatori come strumento di price comparison. Le tensioni della congiuntura mondiale si riflettono anche in rete. Febbraio registra traffico su alcuni siti non-profit fermiamolaguerra.it è stato visitato da 133 mila utenti unici nel mese, peacelink.it da124mila,bandieredipace.org da 107 mila. Vita, il settimanale non-profit che a febbraio abbinò ad unuscita del settimanale la vendita della bandiera della pace (con un eccezionale numero di copie vendute), registra sul suo sito103 mila utenti unici.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore