La Pa diventerà Spa e si mette a dieta

Autorità e normative

Il Ministro Renato Brunetta vuole rivoluzionare la Pubblica Amministrazione: non solo vuole licenziare i fannulloni ma trasformare gli enti pubblici in Spa (controllate dallo Stato). I risultati delle valutazioni dovranno essere online

Grandi novità sono in cantiere per la Pubblica Amministrazione rendendola più simile alle aziende private, dove “sia possibile imputare l’eventuale responsabilità del fallimento dell’amministrazione” al datore di lavoro. Il Ministro Renato Brunetta vuole rivoluzionare la Pa (definita una “palla al piede”): non solo vuole fare a meno dei fannulloni ma trasformare gli enti pubblici in Spa (controllate dallo Stato) o in Agenzia degli enti economici. Mettere a dieta la Pa e rendere i dirigenti manager, saranno le prime mosse.

Entro 3-5 anni il ministro intende recuperare risorse per 40 miliardi di euro anche attraverso la dismissione di patrimoni immobiliari, titoli azionari e obbligazionari non pubblici e i rami non produttivi.

Una rivoluzione a 360 gradi che prevede anche l’outsourcing, e la possibilità di premiare i dipendenti meritevoli, sanzionando i fannulloni. I risultati delle valutazioni dovranno essere online.

La Cgil ha abbandonato il tavolo della trattative dopo 15 minuti dall’inizio della riunione con il ministro.

Di’ la tua in Blog Cafè: Quali consigli vorreste dare al neo ministro dell’Innovazione, Brunetta?

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore