La pirateria costa cara al preside russo

CyberwarSicurezza

Anche Vladimir Putin, dopo Mikhail Gorbaciov, bacchetta Microsoft per la maxi
multa inflitta a un preside di una scuola negli Urali

Un preside russo, Alexander Ponosov, è stato condannato a pagare una multa pari alla metà del suo stipendio, per aver violato il diritto d’autore di Microsoft. Il preside russo ha consentito ai suoi alunni, in una scuola della regione di Perm negli Urali, di impiegare 12 computer su cui funzionavano copie di Windows e il programma Office prive di licenza: il preside si è giustificato affermando di non sapere che si trattasse di copie non originali. Il presidente russo Vladimir Putin ha definito il caso ” completamente privo di senso”. L’ex leader sovietico Mikhail Gorbaciov aveva chiesto a Bill Gates di intercedere a favore dell’insegnante (che rischiava il gulag).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore