La pirateria danneggia la crescita economica

Workspace

Bsa e Idc mettono l’accento sulle organizzazioni che attuano la pirateria, ma impoveriscono i loro paesi

Secondo un sondaggio di Idc, commissionato da Bsa (Business Software Allliance), la pirateria spadroneggia nel mondo e mina la crescita economica di molti paesi poveri. La ricerca ha coperto 70 paesi: il tasso di pirateria attuale è circa del 35%, un punto percentuale meno del 2004. In Europa è calato al 35%, rispetto all’80% registrato nel 1992: ciò dimostra che la pirateria può essere combattuta. Rimane invece forte in paesi quali la Cina (90%), Russia (87%). Secondo Idc e Bsa, un taglio di 10 punti percentuali, dal 35% al 25%, alla pirateria del software potrebbe creare 2,4 milioni di posti di lavoro

e 400 miliardi di dollari di incremento economico.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore