La pirateria online cresce e il P2p spadroneggia in Rete

CyberwarSicurezza

Nel mercato musicale calano le vendite di copie pirata per strada, ma sul Web
aumentano. Il file sharing fa da padrone su Internet

Due dati fotografano lo stato di salute della pirateria online: un dato riguarda la contraffazione musicale via Internet, della Federazione contro la pirateria musicale; l’altro dato è una statistica Web di giugno, stilata dalla società tedesca Ipoque . Le statistiche dimostrano che Internet è al 90% file sharing, e cioè il P2p fa da padrone in Rete. La maggioranza del traffico di rete è ancora dovuto al Peer to peer e in particolare al download di video: BitTorrent è in pole postion, seguito da eDonkey2000/eMule. Ma anche la pirateria musicale online non accenna a fermarsi: secondo la Federazione contro la pirateria musicale (Fpm) nel primo semestre 2007 cresce la contraffazione via internet, mentre cala la vendita di copie pirata su strada. La contrazione di cd falsi su strada è da ascrivere ai numerosi sequestri: circa 820 mila CD musicali pirata e oltre 400 mila Dvd musicali masterizzati; + 122% del numero di duplicatori rispetto allo stesso semestre 2006.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore