La pirateria software soffoca l’It italiano

Workspace

Se il tasso di pirateria scendesse in Italia di dieci punti percentuali, la sua riduzione genererebbe 6mila nuovi posti di lavoro nell’Information Technology. Parola di Idc e Bsa

In Italia l’It non riesce a decollare come altrove anche a causa della pirateria software, a quota 51% (dati Idc: maggio 2007). La pirateria software è arrivata a un livello tale che basterebbe un calo del 10%, per creare 6mila nuovi posti di lavoro nell’Information Technology e per generare quasi 2,8 miliardi di euro alla crescita dell’economia italiana.

Lo afferma uno studio di Idc sulle opportunità legate alla riduzione della pirateria software, diffuso da Business Software Alliance (Bsa).

Il settore IT prevede che per il 2011 si creino 240.000 posti di lavoro, quasi 28 miliardi di euro di fatturato (oltre il 6% del Pil) e circa 21,7 miliardi di euro di

gettito fiscale (entrate). Ma una riduzione della pirateria software avrebbe un effetto moltiplicatore sull’economia italiana.

La pirateria in Italia è già in calo: nel 2007 è scesa al 51% dal 53% del 2006. Però a livello europeo siamo secondi, solo dietro alla Grecia (64%).

Secondo Idc, una politica contro la pirateria, farebbe dal volano per il settore It e per le Pmi: per ogni dollaro speso in pacchetti software legittimi vengono investiti ulteriori 1,25 dollari in servizi (installazione, formazione del personale e manutenzione) del canale locale.

La sfida della legalità nel tessuto produttivo italiano è innanzitutto una battaglia culturale“, conclude Giovanni Kessler, dell’Alto Commissario per la lotta alla contraffazione. “Pirateria e contraffazione vanno affrontate con la consapevolezza che non sono solo un furto ai danni delle società titolari di marchi e licenze ma anche un’azione diretta di evasione fiscale, un danno recato a tutta l’economia e a tutti i cittadini, un incentivo indiretto alla criminalità organizzata di natura mafiosa”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore