La più grande installazione europea di hotspot prende vita

NetworkProvider e servizi Internet

All’Università di Twente, in Olanda sono stati attivati hotspot che consentono al personale e agli studenti l’accesso wireless ad internet da qualsiasi punto del campus

Ne dà notizia New Scientist, che descrive il campus universitario, circa 140 ettari, disseminato da 650 punti di accesso wireless alla rete, punti che hanno un raggio di autonomia di 100 metri approssimativamente. Gli studenti dotati di laptop e schede Wi-Fi possono accedere alla rete universitaria e ad internet da qualsiasi aula, dal parco che circonda il campus e persino dalla piscina annessa. Wiebe van der Veen, portavoce dell’Università, ha spiegato che la nuova rete dovrebbe, secondo gli auspici, incoraggiare qualcuno dei 6000 studenti a proseguire gli studi oltre le lezioni in piccoli e produttivi gruppi. «L’opportunità di collegamento wireless crea nuove possibilità per i metodi di insegnamento», ha dichiarato a New Scientist. Secondo Keith Waryas, esperto di sistemi informatici wireless di IDC, non è così strano che la prima rete di computer wireless di grandi dimensioni sia stata implementata in un’università». «Se si considera in che modo è stato utilizzato internet dall’inizio, il valore della comunicazione in ambito formativo è enorme». Waryas ha aggiunto che gli studenti potrebbero trovare nuovi modi di utilizzo delle reti wireless: «C’è chi si occupa di ricerca con questo strumento». Ma l’università intende anche «affittare» la rete a compagnie produttrici di hardware e software che abbiano bisogno di testare nuove tecnologie wireless. La rete in questione consiste prevalentemente in punti di accesso che sfruttano lo standard di comunicazione 802.11b. Ovvero una velocità di trasmissione di 11 megabyte al secondo per la maggior parte degli utenti. Ma in alcune aule e laboratori dell’università si utilizza hardware basato sulle specifiche 802.11g recentemente approvate, che consentono una velocità di trasmissione fino a 56 megabyte. L’Università conta di aggiornare l’intera rete all’802.11g.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore