La posta elettronica irrilevante ci toglie più di tre anni di vita

Workspace

Secondo uno studio condotto da Henley Management College per conto di
Plantronics, ognuno di noi trascorre l’equivalente di tre anni e mezzo di vita
leggendo messaggi email irrilevanti.

La ricerca svolta da Henley Management College su un campione di oltre 180 senior manager di diversi paesi ha evidenziato che ognuno di loro trascorre almeno due ore al giorno a leggere e scrivere email. Il che significa che nell’arco di una carriera lavorativa di 40 anni, ben dieci anni, pari al 25% del tempo a disposizione, è occupato da questa attività. Non basta, dall’indagine emerge che almeno t re anni e mezzo della loro vita lavorativa sono spesi per scrivere e leggere email irrilevanti, poiché ben il 32% dei messaggi inviati e ricevuti sono considerati inutili. La ricerca commissionata da Plantronics rileva una crescita esponenziale del traffico di posta elettronica. Ogni email inviata genera a sua volta, dai quattro a sei ulteriori messaggi. Con questa ricerca non si vuole ovviamente criminalizzare la posta elettronica, che tutti, ne siamo convinti, considerano uno strumento utile, se usato bene. Plantronics, specializzata in cuffie per la telefonia, ha fatto svolgere l’indagine per promuovere ovviamente l’uso del telefono. Uno strumento che può fermare l’ulteriore traffico di email, risolvendo spesso problemi e accelerando le decisioni. Afferma la ricerca. E un telefono con cuffie senza fili può, ad esempio, aumentare fino al 23% la produttività lavorativa. Insomma, la soluzione è dietro l’angolo. Posta elettronica, va bene. Ma non dimentichiamoci del nostro amico telefono. Meglio ancora se con cuffie.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore