La prima trimestrale di Facebook delude

AziendeMarketingMercati e FinanzaSocial media
Il debutto di Trivago in Borsa

Il fatturato di Facebook è cresciuto del 32% a 1.18 miliardi di dollari, ma si tratta del più forte rallentamento della crescita mai registrato. Il social network decelera

Facebook ha riportato un drastico rallentamento nel fatturato, tanto che in Borsa il titolo, che debuttò a maggio in un’enfatizzata Ipo da 38 dollari ad azione, ora viaggia sui 24 dollari. Il social network da oltre 900 milioni di utenti non riesce a monetizzare la transizione dal desktop al Mobile.

Il margine operativo, escludendo certi costi, era del 43% nel secondo trimestre, in calo del 53% rispetto a un anno fa. Il fatturato è cresciuto del 32% a 1.18 miliardi di dollari, ma si tratta del più forte rallentamento della crescita mai registrato, mentre le vendite relative ai pagamenti sono di 192 milioni di dollari. Il social network aumenta il numero degli utenti a maggior velocità di quanto generi vendite dall’advertising. Il problema di Facebook è la decelerazione: e nessuno ha idea se e quando si arresterà. Facebook segna una perdita di 157 milioni di dollari, pari a 8 centesimi per azione. Il numero di ads distribuite negli USA ha registrato un declino del 2%, mentre il numero deglki utenti giornalieri è aumentato del 10%:: significa che le Ad impressions non tengono il passo, ma crescono più lentamente man mano che cresce l’uso del social network in mobilità. Nel prossimo quinquennio ci saranno 4-5 miliardi di smartphone, e Facebook deve approfittarne, visto che, secondo uno studio di AdParlor, gli utenti Mobile cliccano sulla pubblicità 15 volte di più degli utenti desktop; i fan sul Mobile commentano il 22% di più di quelli su desktop; anche i “Mi piace” su Mobile sono superiori del 63%; la click-through rate su una pubvblicità mobile è all’1.32% contro lo .086% non mobile.

Sono sempre più gli utenti che si connettono a Facebook via smartphone, ma, anche se il social network di Menlo Park ha lanciato le ads Mobili, non capitalizza questa popolarità. Il Ceo e c-fondatore Mark Zuckerberg, 28 anni, ha ripetuto quanto Facebook stia investendo nel Mobile a partire da una più efficace app per iPhone e iPad. Ma dall’Ipo, quando Facebook venne valutata 100 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato, è iniziato il calvario di Facebook. Neanche le indiscrezioni su un ipotetico smartphone targato Facebook con HTC hanno smosso le acque.

Punto di fora di Facebook rimane il display advertising: si stima che Facebook deterrà il 16.8% a fine anno (fonte: EMarketer), mentre Google conquisterà il 16.5% (in crescita dal 13.8%) e Yahoo! calerà dal 10.8% al 9.1%. Aumenta infine del 5.1% il tempo speso su Facebook: a 400.2 minuti pari a 6 ore e mezza, con un incremento dell’1%.

Delude la trimestrale di Facebook @ shutterstock
Delude la trimestrale di Facebook
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore