La privacy non va a quattro ruote

Autorità e normativeSorveglianza

La tutela della riservatezza non è salvaguardata in auto: la Cassazione ammette che intercettare conversazioni in automobile è lecito

Intercettare conversazioni al cellulare, al telefono fisso, spiare la navigazione Web sono attività vietate. Ma intercettare conversazioni in automobile è lecito. Lo afferma la Cassazione che salva le cimici dei detective in auto. Non cè violazione della privacy fra le quattro pareti dell’auto, lo sancisce la sentenza 12042 della Corte di Cassazione. Il caso specifico riguardava intercettazioni atte a verificare la fedeltà coniugale. Ma il buco legislativo c’è, anche se per conoscere i dettagli dovremo aspettare la pubblicazione delle motivazioni della sentenza. Solo poche ore prima la GdF di Torino aveva arrestato 13 persone che intercettavano telefonate e Sms di ignari utenti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore