La privacy prima di tutto

Management

Per muoversi in Rete senza lasciare segni e indizi del proprio passaggio, basta saper utilizzare bene le opzioni offerte dal browser, così potrete tutelare la vostra sicurezza

Navigare. Nell’immaginario colletivo, è una delle attività più tranquille e prive di rischi. Purtroppo però anche il più spensierato giro su Internet, magari a casa seduti sulla poltrona del salotto, non è più sicuro come un tempo. Nella Rete si nascondono infatti insidie di varia natura: ladri che catturano le password, hacker che piazzano a vostra insaputa software diabolici sui PC, o semplici curiosi che attentano alla vostra privacy. Ad aggravare la situazione c’è il fatto che sempre più spesso si utilizza la Rete per attività non solo ricreative come, per esempio, gli acquisti on-line, lo svolgimento di operazioni sul conto corrente bancario o le comunicazioni con la pubblica amministrazione. È dunque sul fronte della sicurezza che ultimamente si gioca la sfida tra i browser, i programmi che usiamo quotidianamente per consultare il Web. Gli utenti di Windows hanno da sempre Internet Explorer già in dotazione con i loro computer, ma la ricerca di soluzioni alternative e più efficaci ha portato molti a sperimentare software diversi, tra cui in questo momento il più popolare è probabilmente Firefox, lo snello programma open source che ha origine dal celebre progetto Mozilla e, prima ancora, dal vecchio Netscape. Un’altra alternativa è Opera, un browser che ha una diffusione minore rispetto agli altri due, ma è dotato di interessanti funzionalità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore