La prossima frontiera di Intel Itanium è a otto core e 32 nm

ComponentiMarketingWorkspace

Il successore di Xeon migliorerà la gestione energetica, l’affidabilità e avrà nuova micro-architettura, nome in codice Poulson. Le caratteristiche del nuovo Intel Itanium

Intel sta offrendo un’anteprima della nuova generazione di processore Itanium, l’erede di Xeon, le cui migliorie includono una ottimizzata efficienza energetica, affidabilità e nuova micro-architettura, nome in codice Poulson. Ancora non è nota la timeline. I Poulson chip combinano insieme un design  a otto-core con efficienza energetica superiore, ed entrano nella frontiera con architettura a 32nm: sono socket compatibile con la precedente linea 9300.

Il sistema Poulson è equipaggiato con 3.1 miliardi di transistor per chip ed è dotato di 54Mb di memoria onboard. L’esecuzione di ampiezza massima  è stata raddoppiata da 6 a 12, e velocità di bandwidth spinta del 33%. La linea Poulson lrimarrà compatibile con i sistemi basati sulla serie Itanium 9300.

Infine Intel investirà 5 miliardi di dollari nell’economia Usa costruendo la sua fabbrica più avanzata – con processo produttivo a 14nm– in Arizona, che sarà operativa dal 2013. La costruzione sarà avviata da metà dell’anno per creare posti di lavoro sia temporaneo che permanente. Il Ceo Paul Otellini ha intenzione di creare 4.000 nuovi posti di lavoro negli Stati Uniti soprattutto in R&D e sviluppo prodotti.

Intel apre fabbrica negli Usa
Intel apre fabbrica negli Usa
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore