La pubblicità di Google AdSense nel mirino dell’Antitrust

AziendeMarketingMercati e FinanzaPubblicitàWorkspace

L’istruttoria aperta dall’Antitrust su Google News si allarga a AdSense. Google è accusata di eccessiva discrezionalità nel determinare i corrispettivi degli spazi pubblicitari venduti attraverso la sua rete AdSense

In Italia si allarga il fronte Antitrust che ha messo sotto la lente Google (News) con l’accusa di abuso di posizione dominante. Non c’è solo Google News nel mirino dell’Antitrust italiano, ma anche il circuito dell’advertising online: l’Antitrust apre un nuovo capitolo per vedere chiaro nel funzionamento di Google Adsense.

L’istruttoria aperta in estate contro Google si allarga al sistema di raccolta pubblicitaria del motore di ricerca statunitense, a causa di anomalie riscontrate nelle condizioni contrattuali fissate da Google agli editori di siti web affiliati. AdSense programma di affiliazione che permette ai proprietari di siti Internet di vendere spazi pubblicitari utilizzando Google come intermediario.

Ecco le accuse Antitrust  contro la rete AdSense: “Google determinerebbe i corrispettivi degli spazi pubblicitari venduti attraverso la sua rete a sua assoluta discrezione e senza spiegare come vengono calcolati”.

La nota Antitrust nota parla chiaro: gli utenti del programma AdSense “ricevono come corrispettivo somme determinate da Google di volta in volta a sua assoluta discrezione; Google non assume alcun obbligo di comunicare come tale quota sia calcolata; i pagamenti sono calcolati esclusivamente sulla base dei registri tenuti da Google; Google può inoltre modificare in qualsiasi momento la struttura di determinazione dei prezzi e/o dei pagamenti a sua esclusiva discrezione”.

Google AdSense sotto indagine Antitrust
Google AdSense sotto indagine Antitrust
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore