La pubblicità digitale nell’era di Facebook e iPad

AziendeDispositivi mobiliMarketingMercati e FinanzaMobilityPubblicitàWorkspace

A Facebook va la fetta più grossa della torta dei banner con 297 miliardi di spot. Intanto gli inserzionisti sono incuriositi dal fenomeno iPad e dai tablet

L’advertising online è ormai una certezza, ma la pubblicità digitale non è mai ferma e già guarda alla “next thing”, alla “prossima frontiera”. Nell’era dei social media e di iPad, succede che a Facebook vada la fetta più grossa della torta dei banner; invece gli inserzionisti sembrano ingolositi dalle promesse del fenomeno iPad e dei tablet Android e Windows (i cui numeri sono in grande crescita).

Facebook detiene il 23.1% del mercato dei banner, in crescita dal 17.7% del secondo trimestre quando già aveva sorpassato l’ex regina dei display advertising, Yahoo ferma all’11%. Secondo comScore Facebook con 297 miliardi di spot da sola surclassa le quattro Big (Yahoo, Microsoft Corp, Fox Interactive Media di News Corp e Google).

Anche i tablet e iPad sono in grande spolvero per gli inserzionisti. La ricerca (Pdf) di Upa (Utenti Pubblicità Associati)sostiene che i tablet stanno cambiando il paradigma della fruizione deigli e-content. “Siamo nell’I-life, un nuovo stile di vita dove la “I” suona come la prima persona singolare dell’individualismo di massa contemporaneo”, dice Lorenzo Sassoli de Bianchi presidente dell’Upa. “I tablet risultano essere, infatti, un vero e proprio cambio di paradigma nella fruizione dei contenuti editoriali.  La ricerca ci parla di un vissuto sorprendentemente emozionale infinite finestre sul mondo. La ricerca suggerisce che l’avvento dei tablet è paragonabile,  come portata innovativa, a quello della televisione negli anni ’50: una porta d’accesso magica ad un’altra dimensione dove ci si lascia edurre volentieri dai contenuti. Anche da quelli pubblicitari dell’IPad: una lampada di Aladino che, semplicemente sfiorandola, ci mette a disposizione funzioni da mille e una notte. Una sfera di cristallo che apre”.

Leggi anche l’ANALISI: Iab Forum 2010: advertising online da un miliardo di euro

La stampa digitale
La stampa digitale
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore