La quinta generazione di nastri Sony

DataStorage

Si chiama AIT-5, ha una capacità di 400 GB, è compatibile con le vecchie
unità ed è la più piccola della sua classe

A dieci anni dalla nascita della tecnologia AIT (Advance Intelligent Tape), la divisione It Peripherals di Sony Europe ha annunciato la commercializzazione del formato AIT-5. Si tratta della quinta generazione di nastri e come negli aggiornamenti precedenti effettuati puntualmente ogni 2 anni, il nuovo formato mantiene compatibilità in lettura/scrittura con le generazioni precedenti (AIT-3, AIT-3Ex e AIT-4). Sony ha così mantenuto una promessa, proteggendo le aziende che avevano investito nei formati delle altre generazioni e offrendo sempre aggiornamenti capaci di aumentare le capacità dei nastri.

L’AIT-5 è la summa di un percorso decennale dato che offre una capacità nativa di ben 400 GB, doppia rispetto alla generazione precedente. L’evoluzione riguarda anche il design del nastro più compatto, lo spazio è, allo stato attuale il più piccolo della sua classe presente sul mercato. AIT-5 ha una velocità di trasferimento nativa pari a 24MB/s e con la compressione dati 2.6:1, questa ?superunità? AIT è in grado di garantire una capacità di oltre 1,04 TB per cartuccia con prestazioni di 225 GB/ora.

Dal 1996 a oggi sono state vendute 8 milioni di cartucce e 700mila drive DLT, in barba a chi più o meno recentemente annunciava il ?De profundis? della tecnologia a nastro in favore dei dischi ottici. Ma non è andata così: ?Il nastro rimane un prodotto valido sia per i bassi costi, che per la capacità di scrittura, la facilità d’uso e di trasporto – afferma convinto Mark Lufkin direttore della divisione Sony Ses Itp -. Non solo, ma sappiamo con certezza che è stabile anche nel lungo periodo?.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore