La raccomandata è elettronica

NetworkProvider e servizi Internet

L’Italia per prima in Europa istituisce questo servizio telematico a norma di legge

Arriva in Gazzetta Ufficiale il Decreto firmato dal ministro Stanca. L’Italia è il primo paese d’Europa a disporre di un servizio di posta elettronica certificata, ossia di “raccomandata elettronica“, regolato da legge. Si completa così il complesso quadro normativo che consentirà ai gestori di avviare all’operatività questo nuovo servizio. “È stato compiuto un importante passo in avanti per rendere sempre più veloce, sicuro, comodo ed economico l’invio di documenti importanti mediante le nuove tecnologie digitali, semplificando così la vita di cittadini ed imprese nell’ambito del più vasto processo di modernizzazione del Paese attualmente in atto con un impiego di risorse senza precedenti”, ha detto il ministro Stanca, ricordando poi che “questo strumento dà validità giuridica ai documenti inoltrati per posta elettronica agli uffici pubblici o privati”. Il CNIPA è l’organismo gestore e punto di riferimento di questa innovazione postale. Dopo il regolamento relativo alle disposizioni per l’utilizzo della posta elettronica certificata, pubblicato nel febbraio scorso, l’ultimo provvedimento firmato da Stanca definisce le regole tecniche relative alle modalità di realizzazione e di funzionamento della “PEC” ed è accompagnato da un allegato tecnico che sarà consultabile on line nel sito del CNIPA. Il cittadino o l’impresa che invierà un messaggio di posta elettronica certificata avrà due conferme: una relativa alla ricevuta accettazione dell’inoltro effettuato; un’altra di avvenuta consegna della comunicazione e degli allegati. I messaggi vengono consegnati inalterati inseriti all’interno di un messaggio (busta di trasporto) che ne garantiscel’integrità e ne permette i controlli di provenienza. Tutte le operazioni sono tracciate e registrate.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore