La RAI rinuncia al DVB-H

AccessoriWorkspace

La televisione pubblica italiana preferisce uno standard meno costoso di
quello promosso dalla UE.

La televisione diventa anche “mobile” e la RAI ha appena scelto quale standard adottare per rendere operativa questa nuova piattaforma. La decisione presa è caduta sul DBM, uno standard abbastanza diffuso la cui implementazione dovrebbe richiedere costi contenuti. L’Europa ha invece deciso di sostenere il DVB-H, quello adottato da Tre per i suoi “videofonini”, che è un sistema più versatile e moderno, anche se stenta La televisione pubblica italiana preferisce uno standard meno costoso di quello promosso dall’Europaa decollare. Il risparmio ottenuto dalla RAI con questa decisione sarà però ingente.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore