La Rete boccia Magic Italy, il ritorno di Italia.it

Marketing

Il ministro del turismo Michela Vittoria Brambilla afferma che è solo una bozza. Ma la blogosfera teme l’effetto televendita

Italia.it è stato resuscitato dal nèo ministro del turismo Michela Vittoria Brambilla, ma il progetto non riesce a scrollarsi di dosso le critiche.

Il ministro ha presentato in Tv Magic Italy come il nuovo logo dell’ex iniziativa per il turismo dell’ex ministro Lucio Stanca, ora numero uno dell’Expo 2015. Ma ancora non è chiaro se andrà veramente a rimpiazzare il vecchio logo di Italia.it, che nel frattempo doveva diventare Italia.info .

La Rete boccia Magic Italy, un logo che sa un po’ di telenovela e televendita. Il ministro del turismo Michela Vittoria Brambilla afferma che è solo una bozza.

Il governo Berlusconi intende raddoppiare il Pil del turismo in 4 anni, dal 10 al 20%. Ma il logo, bocciato come il precedente dalla blogosfera, non sembra ancora aver trovato il piede giusto.

E pensare che in Italia non mancano archistar e grafici di livello internazionale, in grado di creare un logo degno della terra che fu culla del Rinascimento, e diede i natali a Raffaello, Michelangelo e Giotto.

I n Rete, oggi i potenziali turisti trovano più informazioni su Spagna e Francia, invece che sull’Italia, tanto da lasciarsi dirottare su altre mete. L’Italia vuole riprendere quota nelle classifiche internazionali del turismo, dove negli ultimi anni ha perso posizioni e lustro.

Italia.info dovrebbe risorgere con un ‘iniezione da 10 milioni di euro, per voltare pagina: per far dimenticare gli ingenti costi di Italia.it, prima del naufragio (si dice sia costato 45 milioni di euro , di cui forse 100mila euro solo per un logo sbeffeggiato in Rete da tutti); e anche i ritardi clamorosi e i tentativi di rianimare un progetto nato col piede sbagliato .

Italia.info voleva tagliare col passato . Ma con Magic Italy, forse, dovrà riprovarci.

Ecco le dieci domande sull’ex Italia.it a Silvio Berlusconi

Guarda: Rosanna Lifonti (Idc): Turismo e Web 2.0, l’Italia è ancora arretrata

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore