La Rete candida Stefano Quintarelli ai vertici dell’AgCom

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e Finanza
Sky fa ricorso straordinario al Capo dello Stato contro il Regolamento AgCom, ritenendolo "Incostituzionale"

Serve un “candidato tecnico” alla presidenza dell’AgCom. Per recuperare autorevolezza, dopo i mesi di proteste contro la famigerata Delibera AgCom. Stefano Quintarelli for President ha già raccolto 10 mila firme

Prima è nato il movimento VogliamoTrasparenza.it (di Open media Coalition) per chiedere che le nomine a cariche di vitale importanza per la Rete e la democrazia, come AgCom, Garante privacy e RAI, avvenissero in totale trasparenza e all’insegna della meritocrazia. Ora la Rete ha candidato l’esperto di reti Stefano Quintarelli alla presidenza dell’AgCom.

Mentre sfuma la candidatura dell’ex presidente dell’Antitrust Catricalà ai vertici dell’AgCom, gli stakeholder della Rete italiana indicato il loro “candidato ideale“. Stefano Quintarelli, blogger della prim’ora, che attualmente lavora al Spole24Ore.com, sarebbe il candidato perfetto perchésarebbe un “candidato tecnico” che, nell’era di Mario Monti, ha un suo perché. Inoltre la proposta è già sul tavolo del ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera. Quintarelli ha contribuoito alla campagna a favore dell’adozione in Italia dell’Agenda Digitale. Nicola D’Angelo, ex membro AgCom, creitico con la presidenza Calabrò, afferma che “I tempi cambiano e sembra che solo la politica non se ne sia accorta. Sono mesi che in rete é partita una campagna “vogliamotrasparenza” meritoriamente avviata da Guido Scorza, Agorà Digitale ed altri. Intanto, sperando che nelle scelte ci sia effettivamente trasparenza, non può non commentarsi favorevolmente la candidatura di Quintarelli, una persona perbene e competente“.

“Quintarelli for President” (con l’hashtag #quinta4president su Twitter) ha già superato le 10mila adesioni online su Firmiamo.it. L’AgCom, che arriva da un anno di critiche a causa della Delibera sull’enforcement del copyright, sfumata solo all’ultimo minuto, avrebbe bisogno proprio di un tecnico, esperto di nuove tecnologie, per far sbollire le proteste degli ultimi infuocati 12 mesi, recuperando l’autorevolezza perduta. Perché un’Authority per funzionare deve essere, innanzitutto, autorevole, oltreché trasparente, aperta e meritocratica. Lo ha detto anche l’Onu.

FIRMA STEFANO QUINTARELLI 4 PRESIDENT

AgCom: Quintarelli 4 President?
AgCom: Quintarelli 4 President?
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore