La Rete misura la febbre della protesta ‘anti Gelmini’

Workspace

Dopo il no Gelmini Day, la protesta contro la Legge 133 corre sul Web. I motori di ricerca ci aiutano a capire i numeri delle mobilitazioni nei giorni più hot della scuola italiana

I balletti delle cifre, dopo la maxi manifestazione dell’opposizione del Pd, sono cronaca di ieri. Ma il bollettino delle facoltà e delle scuole

occupate vede continue nuove adesioni in tutta la Penisola.

La cosiddeta protesta “anti Gelmini”, dal nome del ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini (ovvero contro il decreto legge 137/08 e la legge 133), corre sul Web: vediamo i numeri fotografati dai motori di ricerca.

Cercando “gelmini” su Google, troviamo 33,848 risultati fra i blog, 1.520.000 sul Web. Per la cronaca, il terzo risultato è il cliccatissimo articolo di Gian Antonio Stella sull’esame di abilitazione per diventare avvocato del neo ministro, “tra i furbetti che nel 2001 scesero dal profondo Nord a fare gli esami da avvocato a Reggio Calabria”.

Cercando “contro gelmini” troviamo 13,079 risultati solo fra i blog, 1.040.000 sul Web. Cercando infine “contro 133 università” i risultati sono 11,604 fra i blog e 1.030.000 sul Web.

La mobilitazione su Internet, insomma, misura la febbre della protesta “anti Gelmini”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore