La Riaa accusata di estorsione

CyberwarSicurezza

Del Cid ha dichiarato che la Riaa si è servita, senza averne il diritto, di
investigatori privati per scavare nelle sue abitudini di file sharing

L’AMATISSIMA RIAA, che sta facendo la felicità degli avvocati nella sua eterna battaglia contro il p2p, ha ricevuto una denuncia per estorsione da una certa Suzy Del Cid. Del Cid ha dichiarato che la RIAA si è servita, senza averne il diritto, di investigatori privati per scavare nei suoi più profondi segreti relativi alle sue abitudini di condivisione dei file. Ritiene che l’associazione stia estorcendo denaro servendosi impropriamente del sistema giudiziario. Nella sua denuncia la Del Cid sostiene che, senza nemmeno conoscere l’identità degli utenti p2p che colpisce,la RIAA manda indebite richieste di pagamento facendo capire che l’unico modo per evitare problemi e tende a scegliere volontariamente i soggetti più deboli, compresi anziani e disabili. Altre informazioni da trovate qui .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore