La riscossa di Nokia

AziendeMarketing
Windows Phone 8, nome in codice Apollo

Nokia guadagna in Borsa dopo il verdetto anti Samsung. Windows Phone 8 rappresenta un’alternativa per i vendor Android che temono contenziosi con Apple

Il verdetto contro Samsung per ora ha un impatto limitato sul mercato smartphone, attualmente dominato da Android (al 64% contro il 19% di iOS nel mercato cellulari – fonte: Gartner) e dalla stessa Samsung. Tuttavia numerosi osservatori ritengono che a trarre maggior beneficio dalla sentenza potrebbe essere non il vincitore in tribunale, Apple che si appresta a lanciare l’iPhone 5 (atteso per il 12 settembre anche se mancano conferme), quanto un terzo vendor: Nokia. Mentre Samsung cade in Borsa, perdendo il 7.5%, e brucia 12 miliardi di valore di capitalizzazione a Seoul, a guadagnare terreno è Nokia, il vendor finlandese che proprio di recente ha ceduto lo scettro dell’intero mercato cellulari a Samsung (passando dal 23% al 20% di quote di mercato), dopo aver perso il trono del mercato smartphone, dove Samsung è prima seguita da Apple. Google sostiene di non ritenersi preoccupata dal verdetto del caso Apple vs. Samsung, in quanto i brevetti oggetti del contenzioso più che Android riguardano il design (la famosa questione degli “angoli smussati ed arrotondati”) e funzionalità touch dell’interfaccia. Tuttavia è innegabile che Apple, dopo aver messo nel mirino Samsung, punti ad attaccare altri vendor Android. E, anche se l’OS non è al centro dei contenziosi, tutto ruota intorno alla piattaforma di Google, contro cui il compianto Steve Jobs voleva muovere una “guerra termonucleare” come disse nella biografia pubblicata un anno fa dopo la sua morte. I rischi di messa al bando di prodotti Android spingono dunque i vendor a riconsiderare le loro carte da giocare: ritorna in spolvero l’idea di una valida alternativa ad Android per evitare future (e potenziali) dispute giudiziarie con l’agguerrita Apple, ora forte del primo vero verdetto a suo favore. I sei brevetti violati su sette da Samsung, rappresentano una spada di Damocle su Android? Secondo Bloomberg sì, e lo dimostra la riscossa di Nokia in Borsa. Inoltre il verdetto afferma che Android non è più gratis, visato che non si possono non calcolare i costi della proprietà intellettuale, eventualmente violata. Gartner rincara la dose: Windows Phone 8 può essere l’alternativa per chi vuole mettersi al riparo da contenziosi giudiziari, visto che i vendor Android si chiedono chi potrebbe essere la prossima “vittima” che Apple potrebbe essere tentata dal trascinare in tribunale. Con un market share ancora sotto il 5%, Windows Phone deve approfittare della possibilità. HTC e Samsung potrebbero ora aumentare gli investimenti proprio sulla piattaforma di Microsoft. E Nokia, che per prima con maggiore decisione ha scommesso su Windows Phone, dopo aver venduto 4 milioni di device nello scorso trimestre (non tanti, ma il doppio rispetto al trimestre precedente), è in pole position per raccogliere la sfida. Ad Helsinki, il titolo di Nokia, dopo aver perso il 34% quest’anno, viene scambiato in crescita del 6.7%. E il titolo di Microsoft guadagna lo 0.7%. La società di analisi Asymco fa notare che Windows Phone 8 è un’alternativa anche perché BlackBerry 10 è slittato all’anno prossimo. Il verdetto del secolo a favore di Apple potrebbe rivelarsi la finestra d’opportunità più importante, mai apparsa finora, per Microsoft e Nokia. Al prossimo Nokia World scatterà il momento della verità. – Che cosa sapete dei competitor dell’iPhone? Scopritelo con un QUIZ!

 

windows-phone-screen

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore