La roadmap dei siti .xxx

MarketingNetworkProvider e servizi Internet

ICM Registry ha già registratyo 110mila prenotazioni. Ma i passaggi per i domini .xxx non sono ancora finiti

Incassato il via libera di Icann, i domini a luci rosse dovranno seguire un iter preciso prima di vedere la luce. A dieci anni di distanza dalla prima bocciatura, il suffisso .xxx ha ancora alcuni passaggi da seguire.

Icann dovrà verificare che ICM Registry sia in grado di gestire i domini sotto il profilo finanziario e tecnico.

Su Internet i siti Web pornografici sono 370 milioni. ICM Registry ha già registratyo 110 mila prenotazioni: la registrazione sarà infatti su base volontaria, e questo potrebbe limitare l’ascesa del dominio porno “filtrabile”.

Dall’inizio del 2010 i materiali e siti pornografici sul web hanno registrato un incremento del 17 per cento e oggi rappresentano il 37 per cento del totale dei contenuti internet (secondo Optenet). Alcuni siti a luci rosse sono accusati di divulgare adware, spyware e virus in grado di danneggiare i Pc dei visitatori.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore